Parlando di sostenibilità

Il Comitato di quartiere Monteverde Nuovo ha da tempo avviato al suo interno un dibattito sulla sostenibilità. Abbiamo deciso unanimemente che una parte importante della nostra attività sarà dedicata a questo tema attraverso dibattiti, iniziative e informazioni. 

Parlando di sostenibilità il primo argomento non può che riguardare l’attenzione ai rifiuti, la sua riduzione e il suo smaltimento. In particolare, per quanto riguarda la plastica, che al contrario dell’alluminio del vetro non può essere riciclata indefinitamente, può essere riciclata una sola volta, per questo i prodotti ottenuti da questo riciclo, per esempio bacinelle, vasi, sottovasi e giocattoli, devono essere smaltiti nell’indifferenziato. Dunque, differenziare i rifiuti della plastica è necessario ma non risolve il problema del danno ambientale che questi rifiuti producono, alla nostra salute e a quella degli animali soprattutto pesci, e in generale a tutto l’ambiente. L’obiettivo deve essere eliminare l’uso della plastica, obiettivo intermedio ridurne l’uso. Un comportamento virtuoso potrebbe essere il consumo di prodotti “alla spina”. 

Per quanto riguarda i vini, ci sono molte rivendite di vino sfuso, ai mercati e in alcuni negozi. Per  i detersivi, segnaliamo il banco 113 al mercato di piazza san Giovanni di Dio, ci sono tutti i tipi di detersi, alcuni in varie versioni, per esempio per i piatti a mano 4 tipi : aceto, limone , arance rosse e bicarbonato e menta, analogamente per il bucato ecc. si può provare quello che ci soddisfa di più. I prezzi sono anche molto convenienti. Vogliamo chiarire che questa non è una sponsorizzazione ma un suggerimento disinteressato per amore all’ambiente, pensate che se ogni italiano risparmiasse un flacone di plastica l’anno, ci sarebbero 60 milioni di flaconi di plastica in giro. Se qualcuno   dei nostri lettori conosce altre rivendite di detersivi alla spina ce le segnali e noi le plubblicheremo. Analogamente vi segnaliamo che nell’erboristeria a Circonvallazione Gianicolense 147A sono in vendita cosmetici solidi, tipo saponetta per capirci: shampoo, balsamo, detergenti ecc.. dunque incartati e niente plastica.

Un discorso a parte merita la raccolta differenziata dei tappi di plastica, la quale è di qualità migliore delle bottiglie in quanto deve essere trafilata per fare le impanature, in questo caso oltre a suggerirvi da fare questa raccolta vi chiedi di segnalarci dove portare i tappi raccolti.

In generale vi chiediamo di segnalarci iniziative indirizzate alla riduzione dei rifiuti e alla promozione della sostenibilità.

La situazione in Libia

Il Comitato di Quartiere Monteverde Nuovo ha partecipato ad un incontro di informazione e confronto sulla situazione in Libia organizzato dal Comitato solidale antirazzista di Monteverde.
L’avvocato e giurista Fulvio Vassallo dell’ADIF, docente all’Università di Palermo, dopo aver fatto un excursus storico dalle Primavere arabe al Memorandum di Intesa firmato da Minniti e rinnovato dal governo attuale (di dubbia costituzionalità e senza valore non essendo passato al vaglio del voto del Parlamento ), ha evidenziato una serie di problematicità.
In Italia e anche in Europa si è giunti ad una equiparazione fra naufraghi e clandestini, con la criminalizzazione di coloro che partono come emigranti economici e che ora, con la guerra, cercano un rifugio.
Inoltre la politica italiana ed europea sono influenzate e dettate da interessi economici.
Se ci si chiede cosa succede dall’altra parte del mare, nei centri di detenzione, si deve ricordare che la Libia non aderisce alla Convenzione di Ginevra per i prigionieri .
Inoltre c ‘è una sovrapposizione fra milizie libiche, guardia costiera libica e scafisti: le stesse persone cambiano divise e ruoli.
E ora la guerra, che è anche guerra civile, comporta spesso cambiamenti di fronte fra le milizie.
Il secondo relatore,Stefano Galieni, giornalista indipendente di Left, ha sottolineato la scarsa incisività della stampa nella descrizione della situazione in questo momento, con i continui cambiamenti del fronte e dei fronti.
La stessa UNHCR, per ragioni di sicurezza, ha abbandonato la postazione mentre invece ora all’ONU si chiederebbe di organizzare la evacuazione dei campi di detenzione.
Quei campi di detenzione che invece si autoriproducono, perché funzionali alla ‘speranza’ che,nonostante tutto, dal cuore dell Africa, rallenta ma non blocca le partenze e perché funzionali all’economia libica ora danneggiata, per la guerra, nel suo maggiore introito: il petrolio .

Il dibattito che è scaturito dalle relazioni ha arricchito di spunti e informazioni il discorso, anche per la presenza di attivisti di associazioni come Baobab, che opera da anni a Roma-est con e per gli stranieri, e come Refugees Welcome Italia, che opera in Italia per favorire la accoglienza degli stranieri nelle famiglie.
Ed è nell’ ambito di questa associazione che è maturata l’esperienza testimoniata da Enzo Leone( che abita nel quartiere ed è del Comitato di Quartiere Monteverde Nuovo). Dopo un corso di preparazione, sta ospitando nella sua casa uno straniero. E non si tratta solo di ospitalità ma di instaurare rapporti con persone che hanno spesso vissuto esperienze terribili.

Il Comitato solidale antirazzista di Monteverde, al termine del dibattito, ha proposto come tema del prossimo appuntamento l’incontro e il dialogo fra le buone opere che pure ci sono ma spesso sono poco note.

Raccolta firme

Immobili e servizi igienici di villa Pamphilj:
una raccolta firme per avviare nuove concessioni

Chiediamo all’Amministrazione Capitolina di rispondere alle esigenze dei cittadini

UNISCITI A NOI, FIRMA LA PETIZIONE

L’Associazione per villa Pamphilj e il Comitato di quartiere Monteverde Nuovo, preso atto della recente vicenda che ha visto contrapporsi l’Amministrazione Comunale ai frequentatori di villa Pamphilj circa la possibilità di fruire al suo interno di luoghi di ristoro e di servizi igienici in quantità adeguata (altro…)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi